Manila Santini
289
page-template-default,page,page-id-289,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Manila Santini si diploma col massimo dei voti e la lode presso il conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara sotto la guida di Simonetta Pesaresi. Si è perfezionata con docenti di fama internazionale quali Roberto Cappello, Aquiles Delle Vigne, Alfredo Speranza, Pier Narciso Masi e Roberto Szidon frequentando la Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo e la Hogeschool voor Muziek en dans di Rotterdam presso la quale ha ottenuto il Master Degree con il massimo dei voti. Ha inoltre conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali sotto la guida di Roberto Cappello presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma. Successivamente, sempre al Conservatorio di Parma, consegue anche il Diploma Accademico di II livello in Musica da Camera, sotto la guida di Pierpaolo Maurizzi. 

È vincitrice di premi in numerosi concorsi nazionali ed internazionali come il Frèdèric Chopin di Roma, Città di Trani, Premio Mascia Masin di San Gemini, Gino Gandolfi di Salsomaggiore Terme, Remigio Paone di Formia. Nel 2004 è stata scelta per partecipare alla fase finale del prestigioso Sydney International Piano Competition of Australia ottenendo il premio speciale del pubblico Encouragement Award. Nel 2011 è stata vincitrice del terzo premio al concorso internazionale Premio Mario Zanfi di Parma, interamente dedicato a Franz Liszt. Svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che come musicista da camera. Si è esibita in sali prestigiose quali la Salle Gothique dello Stadhuis di Bruxelles, la Wiener Saal del Mozarteum di Salisburgo, il Teatro Municipale di Piacenza, il Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, l’Auditorium Paganini e l’Auditorium del Carmine di Parma, il Teatro do Campo Alegre a Porto, la Juriaanse saal al De Doelen di Rotterdam nell’ambito del Festival Gergiev 2003 e dell’ Operadagen 2005, il Ridotto del Teatro Regio di Parma nell’ambito del Festival Verdi 2010 e 2012, le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo. Nel 2011 ha preso parte al progetto Liszt the progressive in collaborazione col conservatorio Joseph Haydn di Eisenstadt, in Austria. In quest’occasione si è esibita nella Musik und Tanzfakultat der Hochschule fur Musik di Bratislava e nella Konzertsaal des Joseph Haydn Konservatoriums eseguendo opere del compositore ungherese. Ha collaborato, nell’ambito della XXI edizione del Ravenna Festival, con l’Hamburg Ballet per la prima italiana di Waslav, Hommage aux Ballets Russes, eseguendo musiche di J. S. Bach su coreografie di John Neumeier. La passione per la musica da camera l’ha portata a collaborare con artisti quali Emmanuele Baldini, Francesco Manara, Simonide Braconi, Fabrizio Meloni, Alessandro Serra, Mario Marzi, Federico Mondelci, il Quartetto d’Archi della Scala. Ha eseguito i Carmina Burana di Carl Orff nella versione per soli, coro, due pianoforti e percussioni presso l’Auditorium Paganini di Parma e la versione per due pianoforti di Franz Liszt della Nona Sinfonia di Beethoven, pagina di rara esecuzione. Nel 2014 realizza il suo primo CD da solista Chopin Portrait, dedicato alla musica pianistica di Frédéric Chopin ed edito da KNS Classical. Ha inoltre registrato l’integrale dei concerti di Bach per tre e quattro pianoforti ed orchestra d’archi pubblicato da Wide Classique e recentemente l’integrale delle 21 Danze Ungheresi di Brahms per pianoforte a quattro mani, edito da Da Vinci Publishing. È docente di pianoforte presso Liceo Artistico e Musicale Statale di Forlì e l’Istituto Musicale Angelo Masini di Forlì.